O "NO" o niente.

VOTA NO

1°) Perchè voglio che le regioni possano decidere di sé stesse, o comunque siano privilegiate nel gestire le risorse di loro competenza.

2°) Perché non voglio che i poteri vengano ulteriormente accentrati sulla figura del Presidente del Consiglio, specie dopo averne avuti due del calibro di Berlusconi e Renzi.

3°) Perché il CNEL è già morto, e dovrebbe essere stato abolito da tempo, senza bisogno di interpellare gli italiani con relativo esborso di mezzi e finanze.

4°) Perché il problema non è non è il numero dei parlamentari, ma la loro qualità, meritorietà e soprattutto la loro illibatezza penale e giuridica.

5°) Perché il bicameralismo non mi dispiace affatto, anzi...
 
E alfine ho deciso:
AL DIAVOLO I PARTITI, IO VOTERO'  PER CIO' DI CUI SONO CONVINTO

anche se dovrò mischiarmi con quei doppiogochisti che votano No per azzurra ipocrisia.

16 commenti :

Anonimo ha detto...

JJ sembra saggio. Io comunque non voto perché questo referendum mi sembra una presa per il culo.

Yossarian ha detto...

D'accordo su tutti i punti. Grande JJ :-)
Non sono d'accordo soltanto su "tanto il No vince lo stesso"... I have a very bad feeling about this...
Anche a me la banda del NO piace molto poco ma non curiamoci di loro, facciamo uno sforzo e andiamo a votare ugualmente!

Y.

J.J. JOHN ha detto...

Yossarian,
quindi tu dici che dopo la Brexit e dopo l'elezione di Trump c'è poco da star tranquilli?

Yossarian ha detto...

No John, io dico che c'è poco da star tranquilli visto il livello di propaganda dispiegato dal Sì e avendo sentito tanta gente in giro che è stata influenzata. Su Brexit e Trump non ho la minima idea di quali fossero gli umori in quei paesi prima del voto, in questo caso io un'impressione me la sono fatta, ma il mio è un mondo così piccolo che può darsi che mi sbagli di grosso. Vedremo.

claudio65 ha detto...

Io, invece, non voterò, perché voglio tenermi fuori da quella giostra mediatica che è stata la propaganda referendaria. Una giostra davvero avvilente, che ha messo in sottordine (o in soffitta?) i veri problemi che affliggono la gente. In realtà, questo referendum è stato solo un balocco mediatico di una politica sempre più autoreferenziale per fornire al "volgo" il giochino rassicurante del derby "Guelfi-Ghibellini". Quel derby che, detto per inciso, ha sempre paralizzato questo paese impedendo ogni cambiamento fin dagli anni settanta. Una specie di guerra civile perenne, mai vinta da nessuno, o meglio: vinta alla fine dai soliti noti che hanno in mano il potere reale, senza mai metterci la faccia.
Sia che vinca il Si, sia che vinca il No nulla realmente cambierà. Le motivazioni addotte per il No da J.J. sono in parte condivisibili: io ne condivido una: mettere in mano tanto potere al duo Salvini-Meloni, ad esempio, ci potrebbe far tornare indietro di ottant'anni e capite bene di cosa parlo. Però, francamente, non è che mi fidi molto anche di Grillo, con i suoi appelli al voto ... ventrale.
Io voterei volentieri ad un referendum che chiedesse di abolire la Globalizzazione, ma ovviamente ho un po' di intelligenza per capire che non è possibile che si voti per questo che è il vero e cruciale tema e la radice dei problemi che ci affliggono. Negli USA ci sono riusciti. Da noi, semplicemente non si può.

UGO ha detto...

nemmeno io andrò a votare tanto qualunque sarà il risultato per noi 50 enni non cambierà un bel nulla!e poi vincendo il SI davvero la burocrazia si sveltirà o il SI serve unicamente a RENZI per mantenersi una poltrona che non è stata certo approvata dal popolo ma da uno schifoso abuso di potere.
vincendo il NO ci troveremmo con tutti i politici al loro posto perche il loro scopo è mantenersi le rispettive poltrone e mi riferisco al centro destra.
che dire poi dei 5 STELLE che,sebbene ogni anno restituiscono una parte dei loro emolumenti(dando comunque il buon esempio),poi scopriamo lo scandalo delle firme fasulle!insomma la mia astensione deriva da una stanchezza cronica nei confronti di una politica sempre meno credibile e corrotta.detto questo vi saluto PROGSTERS UGO

Anonimo ha detto...

Mi dispiace ma non sono d'accordo con chi non andrà a votare. La Costituzione va difesa da una pessima modifica, indipendentemente dalle convinzioni politiche. Questa è una modifica pessima, precisamente indirizzata.
Michele Neri

JJ ha detto...

Quoto in assoluto Michele.
Il voto può essere bianco, nullo, ma che sia un voto.

ugo ha detto...

ma scusa john un voto nullo o bianco che differenza fa tanto vale non andarci proprio!a quel punto uno va e vota NO

JJ ha detto...

Se ben ricordo i voti nulli non si contano affatto, mentre le schede bianche vanno in parte alla maggioranza. Ma posso sbagliarmi.
I più eruditi si facciano avanti.

Anonimo ha detto...

La scheda bianca influisce sulla percentuale dei votanti e contribuisce a legittimare l’elezione del candidato vincente.
Per quanto riguarda la scheda nulla, invece, nel conteggio finale dei voti queste schede non influiscono sull’esito delle votazioni perché non vengono considerate valide, ma vanno comunque a incrementare i dati relativi all’affluenza alle urne.
Davide

Francesco ha detto...

Io voto NO.
Sono d'accordo con John su tutti i punti elencati, anche se prima di votare basterebbe pensare come mai un presidente del consiglio faccia da MESI così tanta propaganda per la sua decisione di voto.
Chissà quanti interessi propri avrà (per non parlare delle banche).
Purtroppo dopo questo referendum comunque vada l'Italia ne uscirà più divisa di prima.
Io voto NO-
Ciao a tutti.
Francesco

UGO ha detto...

OK HA VINTO IL NO E RENZI COME TUTTI QUELLI DEL SUO SEGNO CAPRICORNO DALLA SMISURATA AMBIZIONE SI è DISTRUTTO CON LE SUE MANI E COME SI DICE ....CHI TROPPO VUOLE NULLA STRINGE!
ADESSO VEDIAMO CHI LO SEGUIRA SE RIUSCIRA A FAR CAMBIAR ROTTA A QUESTO PAESE OPPURE RIMARRA TUTTO COME PRIMA!BAH SCUSATEMI MA IO DELLA POLITICA HO UN PESSIMO PARERE E FACCIO FATICA A SCHIERARMI CON QUALCUNO! AH BUONA GIORNATA UGO

Anonimo ha detto...

John, sei contento adesso che hanno festeggiato casapound, forza italia e il cnel?

JJ ha detto...

La scelta referendaria riguardava dei princìpi, non chi li sosteneva o meno. Io ho seguito questa logica, quindi ho votato sulle istanze e non in base ai partiti che le appoggiavano.
Se tutti avessimo ragionato da un punto di vista partitico non se ne usciva più: sia da un lato che dall'altro.
Esempio: ma quando mai Forza Italia avrebbe votato "No" a una consultazione del genere? Lo ha fatto evidentemente per saltare sul carro dei vincitori a fronte di una vittoria che si profilava annunciata.
Che poi Casapound si pavoneggi tanto quanto l'M5S o quelli del Cnel abbiano fatto il trenino a ritmo di samba, questi sono fatti loro.

taz ha detto...

Fa ridere perchè il 90% degli italiani, ha pensato che fossero elezioni politiche...da li tutti quei "farabutti" che salgono sul carro dei vincitori dicendo:..avete visto...gli italiani non nè potevano più di renzi....Mamma mia quanto è piccola la nostra politica....e quanto è grande il disagio del popolo italiano.....